LA NOSTRA STORIA

A Breganze, un paese di poco più di ottomila abitanti in provincia di Vicenza, si trova una storica cantina a conduzione familiare che è divenuta una vera e propria tappa obbligata per gli amanti del vino e della tradizione viticola: la cantina Firmino Miotti.

L’azienda è gestita in simbiosi da Firmino, che segue con grande passione la vigna, affiancato dalla moglie Pina, e dall’intraprendente vivacità produttiva di Franca, responsabile di cantina.

Firmino Miotti

Firmino, il proprietario della cantina, ha preso le redini e si è fatto carico dell’attività fin da giovanissimo, negli anni cinquanta, dopo la scomparsa del padre, e da allora si occupa con estrema cura e attenzione della terra di famiglia, mantenendo le tradizioni viticole di una volta tramandategli dal nonno, ma rivolgendo al contempo sempre uno sguardo alla contemporaneità, per poter sempre fornire alla fedele clientela prodotti di altissima qualità.

La viticoltura per Firmino Miotti è più di un mestiere, è un’arte che richiede una scrupolosa attenzione ed una totale dedizione verso il prodotto finale, ed è stata proprio questa dedizione della famiglia Miotti a far conoscere la cantina ed i suoi pregiati prodotti al grande pubblico.

Firmino e  Franca, però, benchè siano stati ormai abituati a ricevere presso la loro azienda personaggi pubblici legati alla sfera della cultura e dello spettacolo vicentino tra cui Ugo Tognazzi, Monica Vitti, Marcella Pobbe, non hanno mai trascurato un’accoglienza familiare, e si mostrano sempre solari e calorosi senza distinzioni nei confronti di tutti coloro che decidono, per un motivo o per un altro, di recarsi presso la loro cantina.

L’azienda, ormai conosciuta a livello nazionale, ha deciso di contraddistinguersi  facendo del suo obiettivo principale la salvaguardia di varietà di viti antiche della zone di Breganze, ne sono un esempio il Gruajo, vino rubino tendente al granato già presente nel settecento, il Pedevendo, un tipo rarissimo di uva bianca coltivata quasi esclusivamente dall’azienda Miotti da più di un secolo, il Sampagna, vino bianco ottenuto da uva 100% Marzemina bianca, le cui prime notizie storiche accertate risalgono addirittura al 1679, oppure il Groppello, la cui etimologia viene fatta risalire dal verbo veneto “ingropare”, ovvero legare le gengive, per il fatto che il vino ha un’elevata tannicità e la cui prima apparizione nei territori di Breganze sembra risalire al trecento.

La famiglia Miotti ha quindi sempre voluto rimanere strettamente legata alla tradizione della terra e ai prodotti di una volta e portare avanti varietà tipiche esclusivamente della zona che altrimenti sarebbero andate perdute nel tempo.

La storia di Firmino e della moglie Pina viene anche riportata nel libro dello scrittore vicentino Virgilio Scapin, “I Magnasoete” ovvero, “i mangiatori di civette”, dove il vignaiolo di cui si parla non è certamente un personaggio di invenzione, bensì proprio Firmino, che da sempre si batte per la valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti tramite il suo appassionato lavoro.

Franca Miotti

Nel ‘92 Franca diventa sommelier e inizia l’esperienza di degustatore. Si laurea a Padova in Scienze Politiche ramo economico e nel 1996 inizia a lavorare stabilmente in azienda del padre. Si occupa dapprima del settore commerciale dell’azienda. Nel 1997 si iscrive a dei corsi di viticoltura ed enologia all’Ecole d’Oenologie dell’Università di Bordeaux II in Francia. Fa corsi di degustazione e di pannel test.

Dagli anni 2000, dopo aver frequentato la Scuola a Fini Speciali in enologia presso l’Università di Padova a Conegliano, ha cominciato a lavorare in maniera stabile nell’azienda di famiglia, dove ora ha assunto il ruolo di responsabile di cantina.

Franca da sempre sostiene le scelte del padre di mantenere la produzione di varietà viticole antiche del territorio di Breganze, ma ha anche portato una visione moderna all’azienda, per esempio introducendo l’utilizzo del legno nel processo di affinamento di determinate varietà di vino.

Il suo instancabile lavoro e la completa dedizione le hanno così permesso già nel 2002 di ottenere il primo oro alla selezione dei vini del triveneto tenutasi a Treviso con il “Valletta”, un vino rosso elegante ed equilibrato, ottimo per accompagnare secondi di carne e formaggi stagionati.

Impegnata nella promozione dell’intera area Doc Breganze, è dal 2002 socia fondatrice e promotrice della Magnifica Fraglia del Torcolato e dal 2015 ne è il Priore.

La cantina Miotti partecipa da sempre con un’accurata selezione di vini ad eventi e manifestazione di carattere nazionale ed internazionale, come ad esempio Vinitaly, la più importante manifestazione riguardante il vino sul nostro territorio, dove portano e fanno conoscere al pubblico con orgoglio i sapori e le tradizioni viticole di Breganze.

La storia dell’azienda agricola Miotti, di Firmino, Pina e di Franca sono un ottimo esempio di come la passione per il proprio mestiere e l’attenzione alla preservazione della biodiversità e delle varietà antiche diano un valore aggiunto al territorio e di come la fusione tra tecniche antiche e visioni commerciali all’avanguardia possa dare risultati eccezionali.

Share This